Chongqing: financing supermarket of SMEs opening

13 Dec

Chongqing financing supermarket of small and medium enterprises (SMEs) officially opened on Nov. 18, 2010, gathering over 90 organizations of investment and financing like banks, small-loan companies and guarantee companies. The applicant for a loan could handle the application quickly through telephone, at site or on website and the whole financing service is free of agency fee.
The supermarket is divided into many functional zones like financing service product checking zone, negotiation and docking zone, etc. Now more than 10 banks have settled in the supermarket, such as Bank of Chongqing, CHINA CITIC BANK. The applicant could directly communicate and handle the loan with the banks settling in the supermarket. The founder of the first business should submit the registration certification from the industrial and commercial department, operation site certification and a detailed plan.

Advertisements

American PayPal likely to settle in Chongqing

25 Nov

Chongqing Foreign Trade and Economic Relations Commission released that PayPal from America, the famous operator of the payment instrument for online transaction, was preparing for establishing a subsidiary in Chongqing. Once it was successful, commercial tenants all over the world could do settlement in Chongqing for purchasing online products made in China.
If PayPal settles in Chongqing, this subsidiary will be its first wholly-owned one in China, which may be in Yuzhong District with the registered capital of about 100 million yuan. What is more, it can bring more than 100 strategic partners and then they together will form an industrial cluster of International Electronic Commerce for Chongqing, which may attract more international electronic enterprises to settle in Chongqing. Source CFTERC

The Yangtze River talks with the Mississippi

25 Nov

The Yangtze River of China – the Mississippi of the US Strategic Cooperation Forum was opened in Chongqing. A total of 300 scholars, experts and senior executives from China and America were attracted to the forum to discuss about the topics such as economic growth in river basin areas.
The Forum will set up 3 special forum groups including inland river shipping & comprehensive transportation and comprehensive utilization of water resources & tourist industry along the river. Moreover,experts and delegates from China and the US will talk about 7 topics such as inland river shipping, comprehensive transportation and modern logistics development and linkage between shipping center and financial center in inland areas.

Chongqing: farmers receive body-building equipment

22 Nov

Qianjiang District has rebuilt farmers’ houses into modern Tujia dwellings with Bayu characteristics. In addition, it also sets body-building equipment at the collecting places of villagers (residents) to push the construction of “Sport Body-building Program for Farmers”, becoming a view of healthy Qianjiang. Source CFTECR

Cina-Giappone, rapporti sempre piu’ tesi. Pechino non partecipera’ al Festival del Cinema di Tokyo

26 Oct

La Cina ha deciso di ritirarsi dalla 23/a edizione del Festival del cinema di Tokyo e ha anche annunciato che intende boicottare tutti gli altri eventi connessi. Lo riferisce il Global Times. La decisione cinese è derivata dal fatto che il Giappone ha consentito la partecipazione al Festival di una delegazione di Taiwan separata da quella cinese. Il capo della delegazione cinese, Jiang Ping, ha fatto sapere agli organizzatori che la delegazione di Taiwan avrebbe dovuto partecipare sotto il nome di «Taipei cinese» termine già usato da Taiwan durante le scorse olimpiadi. Jiang, che è anche vice direttore generale della Commissione cinese per la Radio, i film e la TV (SARFT), ha detto alla stampa che «la Cina intende protestare contro gli organizzatori che hanno introdotto le due delegazioni come Cina e Taiwan». Jiang ha poi aggiunto che la protesta non è contro i compatrioti di Taiwan ma contro gli organizzatori giapponesi che hanno violato una disposizione della Cina. La delegazione taiwanese ha invece fatto sapere tramite il suo capo, Chen Chih-kuan, direttore del dipartimento governativo dell’informazione e della cinematografia, che l’arte dovrebbe restare separata dalla politica. Durante il festival era prevista la proiezione di nove film in lingua cinese che sono stati cancellati. Taiwan è stata colonia giapponese dal 1895 al 1945. La Cina ora sostiene che sia una sua parte inalienabile. Le relazioni sino-giapponesi stanno vivendo recentemente una fase di tensione. Il peggioramento si è avuto da quando il Giappone ha catturato un capitano cinese la cui nave era entrata in collisione con una nave guardacoste giapponese nei pressi delle isole Diaoyu nel mare orientale della Cina, che sono controllate dal Giappone ma che sono rivendicate anche dalla Cina e da Taiwan. «Il Giappone dovrebbe sapere – ha detto Liu Jiangyong, vice direttore dell’Istituto di Studi Internazionali alla Tsinghua University – che Taiwan è al centro degli interessi di Pechino e che la Cina su questo non accetterà mai compromessi. Tokyo non dovrebbe complicare la situazione, specie ora che le relazioni tra Cina e Giappone sono tese». Il ministro degli esteri giapponese, Seiji Maehara, ha detto che in quanto seconda e terza economia del mondo, Giappone e Cina dovrebbero lavorare insieme. In risposta, il portavoce del ministero degli esteri cinese, Ma Zhaoxu, ha detto in un comunicato che «la Cina si aspetta che il Giappone collabori per mantenere e migliorare le relazioni bilaterali fra i due paesi che portano benefici a entrambi». Fonte Ansa

%d bloggers like this: